venerdì 15 febbraio 2013

Corriere di Siena...


Festeggiando la quinta Coppa Italia, la Montepaschi vuol mettere il punto esclamativo sul girone di andata di Top 16. Al PalaEstra (ore 20.45) è sfida-spareggio per allontanare in classifica il Caja Laboral, distante una vittoria nel ranking del Gruppo F, e chiudere in vetta dopo le prime sette partite: non mancano le insidie (vanno a braccetto il valore dell'avversario e gli infortuni) ma il trend è quello giusto per i Campioni d'Italia, che oggi mostrano al pubblico senese il trofeo conquistato a Milano e che vogliono continuare a sognare pure in Eurolega. Qui Montepaschi Scontata l'assenza di Carraretto, le indiscrezioni riguardano tutte Tomas Ress: il bolzanino, sempre alle prese con l'infortunio accusato a metà gennaio (e che si è riacutizzato durante le Final Eight), non si è mai allenato in settimana ma dovrebbe comunque andare a referto, seppur l'idea di gettarlo nella mischia sia un'eventualità che coach Luca Banchi preferisce non dover mettere in conto. Preservare l'integrità del giocatore è preferibile, soprattutto in prospettiva, nonostante la serata si annunci molto difficile nei colorato. Straordinari in vista, quindi, per Eze e Ortner (con un Lechthaler che merita fiducia viste le ultime prestazioni fornite), mentre Sanikidze e Kangur sono chiamati a portare fuori i lunghi del Caja Laboral per cercare di creare qualche vantaggio alle penetrazioni di Hackett e Brown, quest'ultimo alle prese con la riedizione del duello contro Omar Cook già combattuto (e, almeno a livello personale, vinto) nel novembre scorso durante Mps-Ea7. L'approccio e la consistenza difensiva sono una chiave decisiva, del resto, in un match che tanto per cambiare potrebbe vedere Moss nei ruolo di ago della bilancia dovendo io statunitense appiccicarsi ad un terminale offensivo pericoloso quale San Emeterio. Mancano ancora sette partite, l'intero girone di ritorno, ma è ovvio che con un successo la Mens Sana potrebbe clamorosamente lanciarsi all'assalto della fase successiva. Qui Caja Laboral II fatto che, nelle ultime settimane, Vitoria (seconda forza della Liga Acb) abbia collezionato una serie dì sconfitte, anche pesanti (le due casalinghe in Eurolega contro Khimki e Barcellona, poi quella in semifinale di Copa del Rey, sempre per mano del Barca), può essere letto come un attimo di appannamento ma rappresenta soprattutto un pungolo che i baschi si portano dietro in questa loro delicata trasferta senese. Le sette partite vinte in fila tra la fine della regolar season e l'avvio delle Top 16, dei resto, sono indicative sulla forza dei baschi allenati da Zan Tabak.

Partita dura che mi lascia piu' di qualche dubbio, voglio comunque provarci

1 @1.75 (2 Un)  (85-74)
saluti

Nessun commento: