giovedì 21 febbraio 2013

Corriere di Siena

La Mens Sana non si ferma. Ancora con addosso la furia per la sconfitta nella tana della Scavolini Pesaro, ieri il gruppo si è nuovamente messo in moto ed è salito sull'aereo. Sull'itinerario Ancona-Roma-Tel Aviv, i campioni d'Italia sono sbarcati in Israele e hanno preso possesso in serata del parquet del Maccabi, dove domani saranno chiamati a esibirsi nella prima giornata di ritorno delle Top 16. La classifica parla a favore di Siena, prima a pari punti con Barcellona dopo il giro di boa, mentre i padro-ni di casa galleggiano in una posizione a rischio eliminazione. La tradizione, invece, dice che l'arena dei gialli è insepugnabile, malgrado una serie di prestazioni di altissimo livello in cui la Montepaschi è andata vicinissima a meritati colpi corsari. L'ultima occasione sfumata, in ordine di tempo, è stata nella regular season dell'Euroleague in corso, quando gli uomini di Banchi si sono arresi di 2 soli punti dopo aver a lungo dominato. Il conto complessivo dice 12-2 per gli israeliani, ma l'ultimo faccia a faccia, che ha inaugurato a Siena l'avventura nelle Top 16, si è tramutato in un esaltante 79-69 monte-paschino da cui ripartire. Tra i protagonisti più attesi c'è Bobby Brown, per il quale la settimana scorsa sono circolate voci di un interessamento del Maccabi per il prossimo anno. Il regista, miglior marcatore della kermesse continentale, si presenta con una serie aperta di 14 tiri liberi realizzati consecutivamente e con la capacità di andare sempre in doppia cifra e di infilare almeno una tripla a serata. Sarà un osservato speciale, ma questa non è una novità.

Tel Aviv v Siena 1  (92-61)
Cluj v Inter ov 1.5  (0-3)
V.Plizen v Napoli ov1.5  (2-0)
@2.45 (2U)

saluti

Nessun commento: